Il riconoscimento della Bandiera Blu premia dal 1987 le migliori spiagge, le cui acque si distinguono per elevata qualità che garantisce la balneazione in tutta sicurezza; inoltre premia i servizi che le gestiscono rispettando fedelmente gli standard di eco-sostenibilità.

Il Salento ha ricevuto 4 bandiere, queste sono le località nella provincia di Lecce: Melendugno, Salve, Castro, Otranto.

Bandiere delle spiagge di Melendugno

San Foca: frazione di Melendugno, famosa per il suo mare cristallino e la costa sabbiosa, è luogo nel quale si trova la famosa Grotta degli Amanti, la cui leggenda vuole che due giovani, rifugiatisi lì, morirono per l’alta marea. Una storia suggestiva che rende ancora più magico questo luogo.

Torre Sant’Andrea: località che non ha stabilimenti balneari e che ancora oggi gode di una bellezza incontaminata, e per le sue chiare acque è paragonata a scenari caraibici. Qui si stagliano i faraglioni di Sant’Andrea, bianchissime rocce a picco sul mare. Attorno, la vegetazione è quella della classica macchia mediterranea, con il suo verde e i suoi profumi: incantevole.

Torre d’Orso: meritatissima la Bandiera Blu per le sue spiagge dalla sabbia finissima, come se fosse talco, e dall’acqua così trasparente da essere di bellezza paradisiaca. Un altro angolo davvero unico del mare Adriatico.

Roca: tra San Foca e Torre dell’Orso, si trova Roca che si distingue per la presenza di rocce, adatta a chi ama le scogliere. Le sue acque sono sempre calme ed è quasi inutile dire che siano cristalline: un vero gioiello.

Le Maldive del Salento e altri imperdibili gioielli

Pescoluse e Porto Vecchio sono tra le più belle spiagge del Salento, paragonate alle Maldive. Lunghissimi arenili di sabbia dorata, fondale bassissimo e acqua cristallina; la macchia mediterranea che cresce intorno rigogliosa, rende queste spiagge un po’ selvagge, davvero bellissime.

Torre Pali, nel comune di Salve: immaginate un’antica torre un po’ diroccata a pochi metri dalla riva e circondata dal mare cristallino: è questo lo scenario della spiaggia che prende il nome dalla torre.

Castro Marina: posizionata in uno dei punti più particolari dell’Adriatico, presenta una costa frastagliata ed un mare di un bell’azzurro intenso. Qui sono presenti diverse grotte, la più famosa delle quali è la Zinzulusa, chiamata così per la sua grotta carsica ricca di stalattiti e stalagmiti che per la loro forma originale ricordano brandelli di abiti, chiamati zinzuli. Ci si arriva via mare o a piedi, percorrendo un sentiero immersi nella vegetazione. È una delle grotte più belle al mondo e si specchia in un mare da cartolina.

Otranto: sabbia bianchissima, falesie, acqua chiara, vegetazione aspra e selvaggia, sono tutte le caratteristiche delle spiagge di Otranto.