Dopo un anno di stancante routine, tra lavoro, figli da portare a scuola e incombenze quotidiane sempre più pressanti, ogni famiglia aspetta con ansia l’arrivo della tanto desiderata vacanza.

La presenza di bambini non deve impedire lo svolgimento di una villeggiatura serena e divertente: l’importante è mettere in atto alcuni accorgimenti che gioveranno sia ai genitori e che ai figli, anche a quelli più piccoli.

Il mezzo di trasporto più adatto

La cosa più importante da fare in prossimità di una vacanza con i bambini è l’organizzazione: pianificare il più possibile permetterà a genitori troppo apprensivi di non farsi prendere dal panico.

La prima cosa da decidere è il mezzo di trasporto: l’automobile è la scelta più consigliata perché permette più libertà senza sottostare a regole e orari. Grazie a soste frequenti e a variazioni di percorso, la noia è tenuta ben lontana, tra l’altro ascoltando la musica e le canzoni preferite dai bambini il viaggio si rivelerà molto piacevole.

Per chi teme che il mal d’auto possa affliggere i piccoli viaggiatori, alla stregua degli adulti, basta fermarsi qualche volta in più, mangiare poco prima di partire, viaggiare con finestrino appena aperto e distrarli con qualche gioco o album da colorare.

Se le tratte sono più lunghe e si decide di viaggiare in aereo, certamente l’emozione del volo affascinerà i bambini, soprattutto se è la loro prima volta. Un problema che può presentarsi in tal caso è la sensazione delle orecchie tappate all’atterraggio o al decollo.

Non è raro che i più piccoli possano provare fastidi tali da piangere disturbando i passeggeri: in questo caso se si tratta di neonati basta dar loro un ciuccio, se invece sono più grandicelli basterà far soffiare loro il naso o dare una caramella da succhiare.

Scegliere dove andare e cosa fare

Molto importante è poi scegliere la meta delle vacanze, che deve essere una località adatta a soddisfare non solo le esigenze degli adulti ma anche quelle dei bambini.

Dunque non solo musei e chiese, ma anche giardini e parchi divertimento: in particolare è consigliato organizzare escursioni, siano esse a piedi oppure in bicicletta, tra la natura lussureggiante e animali che desteranno senza dubbio la curiosità dei bambini. Come poi non considerare la visita a castelli e sontuose dimore, da visitare con i più piccoli magari raccontando leggende e persino storie di fantasmi che da sempre affascinano grandi e piccini.

Molto importante in questo caso è organizzarsi bene, con pratici marsupi per i bimbi più piccoli o passeggini maneggevoli e leggeri per i più grandicelli, in modo da portarli a spasso senza che questo si trasformi al contrario in uno sforzo fisico non indifferente.

Si sa che i bambini sono generalmente molto vivaci e spesso si cacciano in piccoli guai a cui deve porsi subito rimedio, quindi bisogna ricordarsi di avere sempre a portata di mano un kit di pronto soccorso con soluzione fisiologica, pomate antistaminiche, cerotti, tachipirina e fermenti lattici.