Le 5 grotte più belle:

Le 5 grotte più belle da vedere se visiti il Salento
“Il Salento è da sempre la terra che unisce in un connubio perfetto paesaggi terrestri con splendide campagne e costruzioni antiche come ad esempio le masserie e paesaggi marini mozzafiato con lunghe coste sabbiose e stabilimenti balneari che animano la movida salentina. Se sei un appassionato di escursioni e gite in barca devi sapere dell’esistenza di grotte carsiche formatesi sulla superficie terreste e grotte marine che sprofondano nel mare blu turchese della costa salentina.”


LE GROTTE DI ENCA, PORTO BADISCO

Le Grotte di Enca scoperte recentemente presentano fiabeschi scenari stalattitici. Sulle pareti sono visibili dipinti e graffiti raffiguranti scene di caccia, cervi e animali del 4000-2000 a.C. La “Grotta dei Cervi“, con raffigurazioni di scene di caccia.


VORA GRANDE E VORA PICCOLA, MORCIANO DI LEUCA

Frazione di Barbarano si trovano la “Vora grande” e “Vora piccola“, due inghiottitoi carsici, con un diametro di trenta metri e profonda quarantacinque la grande, mentre la piccola misura venticinque di
diametro e trentacinque di profondità.


GROTTA ZINZULUSA, CASTRO MARINA

Grotta Zinzulusa: in questa grotta marina è stato ritrovato un ricco materiale preistorico, si può raggiungere anche da terra ed offre al visitatore uno spettacolo molto suggestivo per l’abbondanza di stalagmiti e stalattiti. Nel tratto di costa dopo la Zinzulusa, sino a Santa Cesaria, si trovano altre interessanti grotte marine.

Grotta Zinzulusa, esterno


GROTTA DELLA POESIA, ROCA VECCHIA

Nella località di Roca Vecchia, possiamo accedere (sia a nuoto sia con una piccola imbarcazione) alla Grotta della Poesia, meta ambita da molti turisti e vacanzieri. La sua posizione strategica nonché la sua strutturazione la rende una piscina naturale con un fondale che sfuma dall’azzurro al verde smeraldo nei mesi più caldi.


GROTTA ROMANELLI, CASTRO MARINA

La grotta Romanelli è una delle grotte naturali costiere salentine, vicino a Castro. La grotta è lunga solo 35 metri, all’interno sono stati rinvenuti pittogrammi e graffiti che fanno riferimento al periodo del paleolitico. L’ingresso alla grotta è vietato ma si può vedere dall’esterno tramite imbarcazione.