Le Luminarie del Salento in Santa Domenica, dalla luce della fede il grande show delle luminarie che si dipana lungo le strade dal piccolo paese che salutano con una pioggia di questi giomi, dà l’impressione ci essere astri colorati e petali profumati.

Il corteo muove lerto La novità del 2016 è, nelle intenzioni del comitato,i tra gli strettissimi vicoli del centro storico e giunge a Porta Terra per la sim bolica consegna delle chiavi della città. A Scorrano, la festa in onoredella santa di Tropea è pregna di si Sud Itaia per confrontarsi con ‘arte che si differenziano da quele salentine per colori, strutture e fantasia. Ca qui l’invitc, oltre che alle tre ditte salentire, anche a due aziende provenienti dalla provincia di Bari e da Salerno.

Le-Luminarie-del-Salento
Le-Luminarie-del-Salento

La loro presenza è una noficati, e la partecipata processione
che gli scorranesi nutrono nei conloro festa. Tutta loro. Quella ala quale
prendono parte con vivo e autentico trasporto, que la di cui turisti e “fore-
ameno quan:o ‘assenza della stoica ditta De Cagna.

lI preparativi iniziano gà da maggio da quando gli agili paratori, incuranti dell’altezza, della calura e dellinsindacabile giudizio degli anziani seduti comitato “ha fatto un passo indietrc per un anno sabbatico”, o che, corre voce sul web, non ha raggiunto l’accordo economico. É il segno del cambie merto dei tempi, rspetto a quando anche, per profonca e incordiziora archi e festoni incasellati in gallerie di grafie rendono Scorrano a centro dell’arte delle luminarie del Salento.

LUMİNARIE

simbolo inconfondibile di una tradizione religiosa che rel meridione d’italia resiste allo scorrere del tempo e inonda di luce Accensioni ogni 20 minuti strade e centri abitati con i paramenti dei giorni di fest In passato, timide fiammele a olo adonavano i balconi della città e in quella luce ardeva la preghiera degli scorranes.


Le luminarie della festa di Santa Domenica si accendono tutti
igiorni, da martedi 5 a domenica 10, a ritli aveva salvati da uti fino alla mezzanotto. Tra i padroni d casa, la ditta Maria una grave pestilenza Da allora, anno dopo anno pezzo dopo no Luminarie addobba il lato nord di piazza Vittorio Emanuele.

Le luminarie sono state migliorate con techolbgie sem I, via Maria d’Ungheria, via Umbeto l e il centro storico con istallazione dal titalo “ll sogno incantato degli Angeli” a mentre allingresso del paese, dalla strada Maglie-Leuca, si spazio alle luci a led, che siazionano in successione con le instalazioni de “ll giorno mostra, la notte dimo devozione popolare da cui questa luce nasce, à tratti, siap stra” frmate Marianolight. Su via San Francesco e via Veris si panna inesorabilmente di fronte alla folla di visitatori che accorrono a Scorrano in massa, richiamati più che altro dalla dispiega La magia dei colari con la dolce melodia della musica” curata dala ditta Salentc Luminarie. “Santa Domenica di Scorrano, cuore di Puglia. Un mix di stili pugliesi gotico.


La “festa della luce” richiama ormai buyer dal’italia edallemanico, barocco, bizantino” è, inveca, il titolo scelto da famosa in tutto il mondo dai maestri salentini, le licelli da Capurso (Bar), che da piazza Vittorio Emanuele II si
ell americani. I paratori, come da tradizione, si avvicendano
cosi un eterogeneo e stupefacente mosaico di opere d’arte raresi e via De Lorentis creazioni si involano fino in Cina e si insinuano tra i gretta estende verso largo Frisari La ditta De Filippo da Salerno con la sua “Armonia di luci e colori in una splendida corrice barocca”, monta le sue scenografie in piazzetta Caduti scorranesi e via De Lorentiis