Castro: cosa fare, cosa vedere, dove mangiare e spiagge [2024]

Affacciato sulle onde che lambiscono la costa orientale della penisola salentina, il comune di Castro si distingue per la sua suggestiva dualità. Il cuore del borgo medievale, posizionato maestosamente su un promontorio che si erge a 98 metri sul livello del mare (noto come Casciu de susu), incanta con il suo fascino antico e la sua aura di storia. Ai piedi di questa rocca, si estende la pittoresca Castro Marina (chiamata Casciu de sutta), un mosaico di colori e profumi legati al mare e alle tradizioni marinare. Centro di vita e di pesca, Castro racconta le sue radici fin dai tempi della Roma antica, quando era conosciuto come Castrum Minervae, e ha conservato la sua importanza nel tempo, diventando una contea e persino sede vescovile fino al 1818.

La storia di Castro

Le grotte costiere di Castro, tra cui la Romanelli e la Zinzulusa, hanno una storia millenaria che risale alla preistoria, testimoniando la presenza umana fin da tempi antichi. Il primo insediamento urbano si sviluppò durante le migrazioni liburno-illiriche e pelasgiche nel XVII-XVI secolo a.C., quando popolazioni provenienti dalla penisola balcanica si stabilirono in questa regione. Castro fu abitato dai Messapi e dai Greci, diventando poi una colonia romana nel 123 a.C. con il nome di Castrum Minervae.

Nel corso dei secoli, Castro fu contesa da diverse potenze, passando sotto il dominio di Bisanzio e subendo attacchi da parte di varie popolazioni barbariche. Nel 682 fu elevata a sede vescovile e nel corso del tempo passò attraverso varie dominazioni, tra cui quella normanna e sveva. Nel XVI secolo, Castro subì devastanti incursioni da parte dei pirati saraceni, che portarono al declino della città.

Dopo essere stata governata da diverse famiglie nobiliari, l’abolizione della feudalità nel 1806 segnò il definitivo declino di Castro, che venne poi aggregata al comune di Diso. Tuttavia, a partire dalla seconda metà del Novecento, Castro conobbe una rinascita come attivo centro di pescatori, artigiani e operatori turistici, ottenendo nel 1975 il ripristino dell’autonomia comunale.

Dove si trova Castro

Castro, scrigno di tesori pugliesi, si trova adagiata su una collina che domina il Mar Adriatico, incastonata tra Santa Cesarea Terme e Diso. Il suo territorio si estende per poco più di 4 km², regalando paesaggi suggestivi. Modesti rilievi digradano repentinamente verso il mare, creando un susseguirsi di calette e insenature incantevoli. Il punto più elevato è il Monte Mattia, che svetta a 123 metri sul livello del mare, offrendo una vista mozzafiato sulla costa adriatica.

Dall’ottobre 2006, parte del territorio di Castro è incluso nel Parco Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, un’area protetta che tutela la bellezza incontaminata della flora e della fauna locale.

Come raggiugere Castro

Ci sono diverse opzioni per raggiungere Castro, ovviamente l’auto è il modo migliore per muoversi in Salento. Tuttavia,  possibile arrivare a Castro anche con i mezzi pubblici. Ecco i nostri consigli:

In auto: Provenendo dal nord, segui l’Autostrada A14 fino a Bari, quindi prendi la superstrada verso sud Bari-Lecce. Da Lecce, continua lungo la S.S.16 direzione Maglie, seguendo le indicazioni per Poggiardo e poi per Santa Cesarea Terme fino a Castro.

In treno: Arriva a Lecce in treno e successivamente potrai usufruire degli autobus FSE per arrivare a Castro.

In aereo: l’aeroporto più vicino a Castro è quello di Brindisi, atterra qui e utilizza l’autobus che collega l’aeroporto al centro di Lecce. Da qui, continua il viaggio verso Castro.

In autobus: Gli autobus da Lecce a Castro partono dalla stazione degli autobus, e offrono un’opzione pratica ed economica ma più lenta. In estate, però, è attivo il servizio Salento in Bus.

castro marina

Cosa vedere a Castro?

Immersa nella suggestiva costa orientale della penisola salentina, Castro è una località ricca di storia, fascino e bellezze naturali. Oltre alla sua ricca storia, Castro offre ai visitatori un affascinante mix di attività e luoghi d’interesse assicurando un’esperienza indimenticabile per chiunque la visiti. Ecco alcuni suggerimenti su cosa vedere a Castro:

La chiesa dell’Annunziata

La Chiesa dell’Annunziata, precedentemente cattedrale della diocesi omonima fino al 1818, è un’importante testimonianza storica di Castro. Costruita nel 1171 su possibili rovine di un tempio greco, la sua struttura romanica è stata alterata nel corso dei secoli. La facciata principale, restaurata nel 2010, presenta un portale centrale e un occhio centrale, con una decorazione ad archetti ripristinata. All’interno, vari altari con tele raffiguranti santi e scene religiose adornano la navata a croce latina, mentre l’altare maggiore, di stile barocco, è arricchito da tele raffiguranti la Madonna Annunziata. La chiesa conserva un affresco di santa Lucia, un pulpito ligneo del XVII secolo, un organo a canne e un’urna contenente le reliquie di santa Dorotea, compatrona di Castro, oltre a diverse statue processionali in cartapesta, tra cui quella della Madonna Annunziata.

Castello Aragonese

Il castello aragonese di Castro, costruito sulle rovine di una rocca bizantina nel XII-XIII secolo, ha subito potenziamenti difensivi nel tempo, inclusa l’aggiunta di un torrione circolare dopo l’attacco turco del 1480. Pedro de Toledo e Tiburzio Spannocchi contribuirono a ulteriori miglioramenti nel Cinquecento, aggiungendo uno sperone bastionato e una cinta fortificata. Con una pianta rettangolare e quattro torri angolari, il castello comprende un cortile interno, stanze che si affacciano sul mare e accesso agli orti sottostanti.

Castro marina - Castello Aragonese di castro
Castello Aragonese di castro

Basilica bizantina

La basilica bizantina, risalente ai secoli IX-X, sorge sui resti di un’antica struttura paleocristiana. Nel corso dei secoli, fu trasformata in ossario e in parte demolita per fare spazio alla piazza nell’Ottocento. Scoperta e studiata dall’Architetto Filippo Bacile di Castiglione nel XIX secolo, fu oggetto di un progetto di ripristino ispirato alla chiesa di San Pietro ad Otranto. Conserva affreschi raffiguranti vari santi e il Redentore. Murata nel XVIII secolo, fu utilizzata come cimitero.

Resti della basilica bizantina

Palazzo Vescovile

Il Palazzo Vescovile, costruito tra il XV e il XVI secolo e oggetto di interventi successivi, fu dimora dei vescovi di Castro fino alla soppressione della Diocesi nel 1818. Situato accanto alla chiesa dell’Annunziata, si sviluppa su due piani, con accesso al piano superiore tramite una scala esterna.

Torri Costiere

Eretta nel XVI secolo, la Torre Diso si erge oggi come un rudere lungo la costa di Castro Marina. Questa torre costiera svolgeva un ruolo cruciale nel sistema difensivo della regione, fungendo da punto di collegamento tra la Torre Capo Lupo a sud e le fortificazioni di Castro a nord.

Grotta Zinzulusa

La Grotta della Zinzulusa, da quando è stata aperta al pubblico nel 1957, continua ad essere una destinazione affascinante per oltre 100mila visitatori ogni anno, rendendola una delle attrazioni turistiche più popolari della Puglia. Questa stupefacente meraviglia naturale non solo offre una vista spettacolare, ma racchiude anche una ricchezza di testimonianze preistoriche e reperti paleontologici e paletnologici. Oltre a ciò, la grotta è l’habitat di una vasta gamma di specie rare e delicate, con ben 26 specie acquatiche e 40 specie terrestri identificate finora.

La grotta della Zinzulusa deve il proprio nome alla parola “zinzulu” che nel dialetto Salentino significa straccio per via delle stalattiti e stalagmiti presenti nella grotta, che sembrano appunto stracci al vento.

Si arriva in barca oppure dalla strada, ma per visitare la grotta bisogna accedere a piedi con una guida che illustrerà la storia e risponderà a tutte le curiosità in un tour di circa mezz’ora.

L’ingresso è sovrastato da stalattiti e stalagmiti che prendono forma da oggetti di uso quotidiano, lungo lo stretto sentiero chiamato delle meraviglie, si arriva ad un piccolo laghetto con acqua particolarmente limpida, il trabocchetto, più avanti, si apre una grande cavità il duomo, risalente al cretacico.

Altre grotte di Castro Marina

Nei dintorni è possibile inoltre esplorare altre grotte come la Grotta azzurra, Palombelli e Romanelli anch’esse di grande interesse naturalistico!

Castro Marina - Grotta Zinzulusa

Parco delle Querce

Il Parco delle Querce, noto anche come Bosco dello Scarra, si trova a ovest dell’abitato ed è delimitato da antichi muretti a secco. Quest’area è di notevole interesse poiché rappresenta una delle rare presenze di lecci lungo la costa orientale del Salento. Diviso in due sezioni, presenta una parte pianeggiante a nord-est e un’area rocciosa e scoscesa a sud-ovest, dove si trova un antico canale fluviale. Il bosco ospita maestosi lecci con tronchi di oltre un metro di diametro nella parte pianeggiante, mentre la parte rocciosa è caratterizzata da una vegetazione più densa e inaccessibile. Tra le piante presenti si possono trovare alloro, nespolo selvatico, biancospino, terebinto, edera, orchidea elleborine minore e scrofularia nodosa. Inoltre, il bosco è abitato da una varietà di specie animali, tra cui pettirosso, tortora, occhiotto, upupa, civetta, fringuello e usignolo.

Castro Marina - Parco delle Querce
Parco delle Querce

Quali sono le spiagge di Castro Marina?

Sebbene Castro Marina non disponga di spiagge sabbiose, si può comunque godere del limpido mare tuffandosi dalle basse scogliere. Per coloro che preferiscono prendere il sole su una spiaggia, lungo la strada costiera si trovano piccoli approdi:

  • Cala dell’Acquaviva un vero e proprio gioiello naturale
  • La Sorgente stabilimento balneare a Castro Marina
  • La Roccia hotel con stabilimento balneare
  • Punta Correnti accesso libero
  • Argentiere accesso libero

Cosa fare la sera a Castro?

La sera Castro è intrisa di fascino e vitalità, offrendo una varietà di attività per soddisfare ogni gusto. Per chi ama l’energia delle discoteche, ci sono il Blue Bay a Castro e il Guendalina a Santa Cesarea Terme.
Se preferisci una serata più tranquilla, concediti una passeggiata nel suggestivo centro storico o lungo la suggestiva costa di Castro Marina.

castro marina

Dove mangiare a Castro Marina?

Nel pittoresco scenario di Castro, l’esperienza culinaria si arricchisce di sapori autentici e piatti tradizionali che riflettono la ricchezza della cucina salentina. Numerosi ristoranti e trattorie offrono un’ampia proposta di piatti locali, dai frutti di mare freschi ai piatti della tradizione, accompagnati da vini pregiati della regione.

Ecco alcuni suggerimenti su dove mangiare a Castro:

  • Friggitoria Porto Vecchio: con tavoli all’aperto e una bellissima vista sul porto; chiedete la frittura di paranza!
  • Grotta Del Conte: con terrazza che si affaccia sul mare, sale molto grandi e una vista mozzafiato, consigliamo la tartare di tonno;
  • Isola Del Sole: anche qui il panorama è superbo e la specialità è il pesce sempre fresco;
  • 37 Nodi Fish e food: come indicato dal nome il pesce è l’attore principale; consigliamo la frittura di polpo e le pittule al nero di seppia;
  • Da Amedeo trattoria: a conduzione famigliare dalle antiche tradizioni culinarie, qui vi consigliamo il sauté di cozze e vongole.
Castro Marina - Frittura di Pesce
Frittura di Pesce

 

Recensioni su Castro

4,4
Rated 4.4 out of 5
4.4 / 5 (10 recensioni)
Eccellente50%
Molto bene40%
Nella media10%
Scarso0%
Pessimo0%

Cerchi una struttura in Salento? Naviga le nostre categorie!

Team HDSalento

Team HDSalento

Articoli a cura del team di HD Salento

Castro bellissima cittadina

Rated 5 out of 5
Maggio 1, 2023

Siamo stati ieri sera e abbiamo fatto aperitivo alla friggitria del porto

Ritorneremo quest’estate:)

Pierluigi

Il Castello Aragonese

Rated 4 out of 5
Novembre 10, 2022

Un bel castello sulla parte alta della città di Castro dove è possibile ammirare tutto il panorama costiera adriatica.

Molto bello e rilassante passeggiare intorno le mura. Da non perdere

David

Tabella dei Contenuti

Strutture a Castro

Guarda le nostre strutture a Castro

Vacanza su misura?

Hai delle necessità specifiche e vuoi essere assistito gratuitamente da uno dei nostri consulenti? Clicca qui sotto e richiedi un preventivo personalizzato!

Scrivi una recensione

Hai bisogno di Informazioni?